Ptuj guida

Ptuj

Ptuj è una città situata nel nord est della Slovenia ed è conosciuta come la città più antica della Slovenia. L’area fu abitata già nell’età della pietra, ma fiorì nei tempi del Impero Romano. Nel 15 d.c. un campo militare fu costruito lungo il fiume Drava, che si diffuse e ottenne sia laboratori artigianali che aree in cui vivevano persone più ricche. Nel 69, Ptuj è menzionato per la prima volta in fonti scritte. Poiché la città, ai tempi dei Romani chiamata Poetovio, era situata ai margini dell’impero, le autorità cercavano di essere coperte con mezzi militari, e le fonti indicano che a Ptuj viveva anche fino a 100.000 persone, oggi solo 18.000

Nel III secolo d.c. la città diventa la città più importante e più grande nell’area dell’attuale Slovenia. A Ptuj e nei suoi dintorni allora vivevano più di 30.000 persone, ricordiamo che al epoca a Vienna vissero circa 20.000 persone e a Londra 15.000. Potete immaginare che visitare Ptuj significa conoscere il ricco passato di quei tempi. Un gran numero di persone ha portato con sé molte abitudini, costumi e credenze religiose. È Ptuj che è diventato uno dei centri del mitraismo, una fede mistica basata su uno scambio circolare tra bene e male, vita e morte attraverso i sacrifici religiosi. Nel 1913, gli archeologi della zona di Ptuj scoprirono Mitreje, uno dei santuari meglio descritti di questa religione.

Il castello medievale, che regna orgogliosamente sulla città, si è probabilmente sviluppato sulle fondamenta di un castello in rovina dal XII secolo in poi, mentre i reperti del colle del castello (Grajski gri?) mostrano il costante insediamento della collina dall’età della pietra. Oggi, il castello di Ptuj è trasformato in un museo, e da esso si può vedere una splendida vista della città e dei suoi dintorni.

Nel centro della città sul mercato sloveno c’è la torre della città, una delle principali caratteristiche urbane. Durante una visita guidata della città, scoprirete perché l’orologio si trova solo su tre dei quattro lati della torre. Di fronte alla torre vedrete un monumento di Orfeo alto 5 metri, i resti della Poetovia romana, sul quale è scolpita la leggenda di Orfeo. Il monumento è in realtà una lapide in marmo del II secolo d.c. dedicato allora al sindaco Mark Valerij Ver, e il suo tempo è stato usato come pilastro della vergogna. Nel centro della città c’è anche la magnifica magistratura, costruita all’inizio del XX secolo, alla guida del famoso architetto viennese Max Ferst. Oggi, l’edificio serve principalmente per i matrimoni, mentre la caffetteria davanti al magistrato di sabato è piena di persone che guardano i novelli sposi che iniziano la vita matrimoniale. Ci sono anche due monasteri nella città, il complesso monastico domenicano che il più ricco, e il più modesto ma non meno interessante monastero dei Minoriti.

Ptuj Guida turistica

Oltre ai punti più interessanti della città e nel Castello di Ptuj compresa dalla visita guidata, è da non perdere la degustazione di alcuni dei migliori vini prodotti a Ptuj e nei suoi dintorni. Lo sviluppo della viticoltura risale all’epoca romana. La posizione favorevole e solare delle colline sono ideali per le varietà dei vitigni di vino bianco, del quale vanno molto fieri da oltre 800 anni.

Oltre a Ptuj, vi consigliamo un tour della capitale slovena di Lubiana, che impressiona con il suo fascino romantico. Con noi, in una visita guidata, potete scoprire anche una delle città costiere slovene, Capodistria o Pirano.

Per la visita guidata o una combinazione di più destinazioni potete contattarci tramite il modulo che trovate sul nostro sito.